Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

Assoluti e Open d'Italia: ricordi indelebili. Ora andiamo ad Halmstad con fiducia e aspettiamo dei bellissimi tricolori giovanili

Di Franco Sciannimanico

Assoluti e Open d'Italia: ricordi indelebili. Ora andiamo ad Halmstad con fiducia e aspettiamo dei bellissimi tricolori giovanili

Cari amici, il mese di marzo ci ha lasciato immagini che rimarranno indelebili nella nostra memoria. Sul fronte organizzativo l'Open d'Italia giovanile ci ha consegnato numeri di partecipazione da record, che hanno confermato come la nostra manifestazione sia ambita e le delegazioni di tutto il mondo portino volentieri i loro ragazzi a Lignano Sabbiadoro, in grado di garantire condizioni di accoglienza e di pratica agonistica veramente inimitabili.

Sul fronte dei risultati, gli azzurrini si sono comportati ottimamente e hanno conquistato podi in tutte le categorie. Il bilancio di nove medaglie è certamente ricco ed è stato impreziosito dai due ori di Carlo Rossi, che si è dimostrato una volta di più uno degli atleti di maggiore prospettiva delle nuove generazioni. L'evento di casa ci ha permesso di presentare in gara un gruppo numeroso di pongisti, offrendo così a parecchi di loro l'opportunità di effettuare l'esordio internazionale. Il confronto è strumento fondamentale per capire dove siamo e anche i nostri tecnici hanno avuto interessanti indicazioni, per lavorare in vista di una crescita del nostro movimento di vertice.

La settimana dopo Lignano ci siamo trasferiti a Castel Goffredo per un'edizione particolarmente intensa dei Campionati Italiani Assoluti. In un PalaTennisTavolo "Elia Mazzi" che si è rivelato teatro ideale per la principale rassegna tricolore, sono confluiti tutti i nostri campioni e i moltissimi appassionati desiderosi di vederli all'opera. Abbiamo salutato l'esplosione ai massimi livelli di Marco Rech Daldosso, che con la sua tripletta è stato l'autentico protagonista della tre giorni castellana, e l'11° titolo di singolare di Nikoleta Stefanova. Paolo Bisi ha finalmente rotto il ghiaccio, portandosi a casa in doppio il suo primo successo agli Assoluti, e nell'omologa competizione femminile Veronica Mosconi ha dato un seguito alla vittoria in singolare ottenuta lo scorso anno. Chiara Colantoni ha fatto tris consecutivo con Rech nel misto è anche questa è una bella nota da segnalare. Il brillante percorso dei giovani nei tabelloni di singolare è la naturale conseguenza del proficuo lavoro che si sta portando avanti al Centro Federale di Formia.

Sono convinto che sia solo l'inizio di un processo destinato a regalarci grandi soddisfazioni. Come anche il rapporto di collaborazione instaurato con Sky, che ha trasmesso le finali dei singolari su Fox Sports.

Non c'è stato quasi il tempo di archiviare la rassegna che la nostra Nazionale è partita per Doha, per disputare l'Open del Qatar. Anche qui non sono mancati i motivi d'orgoglio, perché in un torneo dal valore indiscutibile il gruppo guidato dal direttore tecnico Patrizio Deniso ha colto dei risultati strepitosi. Leonardo Mutti ha avuto tre match-point per andare in finale nell'Under 21 e nell'Assoluto Rech e Alessandro Baciocchi hanno battuto avversari che rientrano dell'Elite del pongismo mondiale.

Ci attende ora il Torneo di Qualificazione Olimpica e sono fiducioso che i ragazzi risponderanno presente e che la nostra Federazione sarà degnamente rappresentata a Rio de Janeiro. La manifestazione è stata spostata da Istanbul ad Halmstad, in Svezia, e, dopo i recenti drammatici avvenimenti che hanno sconvolto la Turchia, l'Ettu, di concerto con l'Ittf, ha assunto una decisione responsabile, sgravando anche il Paese turco di un onere organizzativo notevole, in un momento in cui è impegnato a investire le sue energie su altri fronti molto delicati.

Aprile si è appena aperto con i Campionati Italiani Paralimpici e con la Coppa delle Regioni. Il primato di ben 130 iscritti a Lignano Sabbiadoro testimonia la prepotente ascesa di un movimento che porterà alle Paralimpiadi ben sette pongisti.

A Molfetta, dove si sono esibiti gli Under 14, è andato in scena un altro degli appuntamenti cardine del nostro calendario. Sempre in ambito giovanile, a Terni si svolgeranno i Campionati Italiani, la più importante vetrina dei gioiellini espressi dalle nostre società, tutti ansiosi di onorare i pronostici o di ribaltare le gerarchie e, in entrambi i casi, di convincere i tecnici delle varie categorie con le loro prestazioni. Saranno settimane di verdetti in A1 maschile e femminile, perché gli ultimi due turni della regular season designeranno la squadre ammesse ai playoff e ufficializzeranno anche le retrocessioni. Stesso discorso in A2 maschile, con promozioni e discese in B immediate, mentre in A2 femminile saranno decisivi i concentramenti di Terni.

Un sentito "in bocca al lupo" a tutti, dunque, per il raggiungimento dei vostri obiettivi.

Numeri precedenti

copertina rivista 2015 04 maggio copertina rivista 2015 04 maggio copertina rivista 2015 03 aprile copertina rivista 2015 02 feb mar copertina rivista 2015 01 2013-02 2013-03 2013-04 2013-05