Questo sito web utilizza i cookies per offrire una migliore esperienza di navigazione, gestire l'autenticazione e altre funzioni.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, l'utente esprime il suo consenso all’utilizzo dei cookies sul suo dispositivo. Visualizza la Privacy Policy

Approvo

La Coppa Italia sorride ad Apuania Carrara e a Battini Agri Castel Goffredo

Di ROBERTO LEVI

La Coppa Italia sorride ad Apuania Carrara e a Battini Agri Castel Goffredo

A sollevare la Coppa Italia sono state le due squadre che portano sulla maglia lo scudetto conquistato lo scorso anno. Al PalaTennistavolo "Aldo De Santis" di Terni hanno festeggiato ancora l'Apuania Carrara e la Battini Agri Castel Goffredo.

In campo maschile, i toscani del presidente Alessandro Merciadri e del tecnico Claudio Volpi nel girone hanno esordito battendo per 3-0 l'A4 Verzuolo Scotta, con i 3-0 in singolare di Mihai Bobocica su Francesco Calisto e di Mattia Crotti su Catalin Daniel Negrila e in doppio di Bobocica e del russo Sadi Ismailov su Mattia Garello e Negrila.

Nel secondo match è arrivata la doccia fredda della sconfitta subita a opera del Tennistavolo Lomellino - Cipolla Rossa di Breme. L'unico punto è stato di Bobocica, che ha superato per 3-0 Gianmarco Gallina. I vigevanesi hanno fatto tris, con il 3-2 di Jordy Piccoli su Ismailov, il 3-2 in doppio di Alessandro Baciocchi e Gallina su Lorencio Lupulesku e Ismailov e il 3-0 di Baciocchi su Bobocica.

Era necessario un pronto riscatto per evitare l'eliminazione e il 3-0 sul Cral Comune di Roma ha scongiurato il pericolo. Bobocica si è imposto per 3-0 su Paolo Bisi, Ismailov ha recuperato da 1-2 a 3-2 nei confronti di Federico Pavan e Bobocica e Crotti hanno avuto la meglio per 3-1 su Nicola Di Fiore e Pavan.

Nella semifinale contro la Top Spin Messina Bobocica ha faticato per piegare alla "bella" Alessandro Di Marino e in coppia con Crotti ha ottenuto il primo e il terzo set ai vantaggi (12-10), per un 3-0 molto lottato su Di Marino e Damiano Seretti. Solo Ismailov è andato via piuttosto agevolmente nel 3-0 su Maurizio Massarelli.Art 02 Foto4 Gli arbitri delle finali De Crescente Pace Capurso Mellini e in mezzo il GA De PintoGli arbitri delle finali De Crescente Pace Capurso Mellini e in mezzo il GA De Pinto

La finale è stata ancora contro il Cral, che aveva eliminato per 3-2 il Calzitaly Castel Goffredo, ed è stata più equilibrata dello scontro eliminatorio, essendosi conclusa sul 3-2 per i carraresi. Al 3-1 di Ismailov su Bisi e al 3-0 di Bobocica su Pavan hanno infatti risposto il 3-1 in doppio di Di Fiore e Pavan su Bobocica e Crotti e il 3-0 di Bisi su Lupulesku. A decidere è stato il singolare fra Ismailov e Di Fiore, che il giovane russo ha fatto suo per 3-1. Terzi si sono piazzati a pari merito Top Spin e Castel Goffredo.

«Sapevamo - spiega il tecnico Volpi - che saremmo stati fra le tre o quattro squadre favorite. La formula era impegnativa, perché giocando parecchie partite non era facile tenere dal punto di vista mentale e fisico anche per atleti che sono allenati e preparati al meglio. Infatti abbiamo subìto la sconfitta contro il Lomellino e questa è stata la dimostrazione che non c'era nulla di scontato. Purtroppo Ismailov e Bobocica hanno avuto il passaggio a vuoto nello stesso momento, perdendo contro Piccolin e Baciocchi. Sono situazioni che possono capitare e non bisogna drammatizzare, piuttosto cercare di recuperare in fretta e guardare avanti. Sono soddisfatto del rendimento di tutti i ragazzi. Alla fine li ho ringraziati uno per uno per come si sono comportati in campo, accettando sempre le decisioni, e per come hanno giocato per due giorni, con alti e bassi, ma tenendo sempre alta la concentrazione. La vittoria è un momento di sintesi che passa attraverso degli step che vanno rispettati se si vuole raggiungerla. Ogni trofeo conquistato è importante e siamo felici di aver portato a casa questa Coppa Italia. È chiaro che non ci accontentiamo e puntiamo al successo in campionato, nel quale dovremo pensare a una partita alla volta». 

Sul fronte femminile la Battini Agri del presidente Claudio Seretti, guidata in panchina da Jiang Zilong, ha fatto percorso netto, collezionando cinque vittorie. Nella fase di qualificazione le castellane hanno regolato per 3-0 il Tennistavolo Asola Marino Allestimenti, con i 3-0 di Le Thi Hong Loan su Sofia Mescieri, Li Xiang su Cristiana Elena Dumitrache e Chiara Colantoni e Loan in doppio su Dumitrache e Giulia Hu.

Art 02 Foto5 La presentazione delle finaliste maschili La presentazione delle finaliste maschili

Un secondo 3-0 non ha lasciato scampo all'Eppan Tischtennis Raiffeisen ed è stato siglato dal 3-2 di Loan su Giulia Cavalli, dal 3-0 di Li Xiang su Evelyn Vivarelli e dal 3-0 di Colantoni e Loan su Cavalli e Denisa Zancaner.

Il derby mantovano è invece iniziato in modo sfavorevole, per merito di Alessia Turrini, che è risalita da 1-2 a 3-2 nella sfida che l'opponeva a Tian Jing. Niente paura, perché i successivi 3-1 di Loan su Claudia Carassia, 3-0 di Colantoni e Loan su Cristina Semenza e Turrini e 3-0 di Li Xiang su Semenza hanno fruttato il primato nel girone a punteggio pieno.

Anche la semifinale, in cui l'avversario era il Tennistavolo Norbello - Comuni del Guilcer, ha avuto un avvio problematico, con le sarde sospinte dal 3-0 della bielorussa Aleksandra Privalova su Loan. Li Xiang, con la consueta tranquillità, ha rifilato due 3-0 all'ucraina Diana Styhar e a Privalova e in mezzo c'è stato il 3-0 di Colantoni e Loan su Anna Fornasari e Styhar.

La finale ha proposto l'accoppiamento con la Teco Corte Auto Cortemaggiore, che aveva fermato per 3-0 la Polisportiva Bagnolese Panino LAB, e le castellane hanno compiuto di slancio l'ultimo passo, affermandosi per 3-0. Li Xiang ha inflitto un 3-0 a Giorgia Piccolin e Colantoni, da poco rientrata da un infortunio, ha compiuto l'impresa di rimontare l'ucraina Ganna Farladanska da 0-2 a 3-2 e di annullarle ben quattro match-point nel quarto set. Il doppio composto da Colantoni e Loan ha fatto il resto, con il 3-0 su Farladanska e Arianna Barani. Terza posizione ex aequo per Norbello e Bagnolese.

Art 02 Foto6 Le finaliste femminili schierate prima di andare in campoLe finaliste femminili schierate prima di andare in campo

«Questo successo - afferma il presidente castellano Seretti - è per noi una grandissima soddisfazione. Le ragazze sono state bravissime. Li Xiang non ha perso neppure un set e si è confermata una vera macchina da guerra. Non abbiamo mai ceduto il doppio e Loan è stata battuta solo dalla Privalova e Tian Jing dalla Turrini. Chiara era dolorante alla spalla e con la Farladanska ha fatto un recupero fantastico. Pur non essendo in forma, essendo da poco tornata da quattro mesi d'inattività, ha trovato la forza di non mollare. Tutte sono rimaste sempre concentrate. Questa Coppa Italia dà già un certo significato alla nostra stagione. La formula mi è piaciuta e fosse per me introdurrei il doppio in ogni categoria. Chiara e Loan si trovano molto bene insieme e agli Assoluti faranno coppia. Ora cercheremo di bissare il successo, aggiudicandoci anche lo scudetto. Siamo ancora lontani, mancando tutto

il girone di ritorno e i playoff. Per ora, però, ci siamo comportati bene e vogliamo proseguire sulla stessa strada».

Art 02 Foto1 LApuania Carrara solleva la Coppa Italia maschileL'Apuania Carrara solleva la Coppa Italia maschile  Art 02 Foto2 La Battini Agri Castel Goffredo alza il trofeo femminileLa Battini Agri Castel Goffredo alza il trofeo femminile

 

Numeri precedenti

copertina rivista 2015 04 maggio copertina rivista 2015 04 maggio copertina rivista 2015 03 aprile copertina rivista 2015 02 feb mar copertina rivista 2015 01 2013-02 2013-03 2013-04 2013-05

pradis killerspin testata bottom superabile Logo Fondaz terzo pilastro web Logo butterfly testata rivista-hum